Santa Barbara 2010

Il 4 dicembre si festeggia la ricorrenza di Santa Barbara martire, protettrice dei Vigili del Fuoco, quest’anno però alla basilica di Ss. Eusebio e Maccabei a Garbagnate Milanese si è tenuta una cerimonia molto particolare e, a detta di alcuni, emozionate.

Si  la cerimonia è stato molto particolare perché oltre essere incentrata su Santa Barbara e i Vigili del Fuoco (che teneva un picchetto accanto all’altare) subito dopo l’omelia c’è stata la consegna dei fregi ai nuovi pompieri.
Ovviamente io ero tra i ragazzi schierati davanti all’altare ad aspettare che il capo distaccamento ci consegnasse i fregi accompagnato dal sindaco… e bhe.. è stato molto emozionate come momento e penso anche bello visto da fuori, ovvero per chi non vive la realtà dei vigili del fuoco tutti i giorni.

Finita la funzione sul sagrato della chiesa e davanti alla croce con le scale c’è stata la benedizione dei mezzi e dopo aver cantato tutti assieme “il pompiere paura non ne ha” (improvvisata mamma mia che ridere!) si è fatto le fotografie di rito…
In testa all’articolo si vede quella di gruppo, con le autorità civili e militari oltre che alle varie associazioni a noi “vicine” e che hanno voluto partecipare a questo momento di festa… e ovviamente la mia ragazza… appena riesco a sistemare la foto pubblico la nostra con lei che indossa il mio casco :D

L’ultima foto che voglio pubblicare, per il momento, e quella qui sotto fatta con i ragazzi della Croce Viola Cesate oltre che Michela… bhe ci tenevo a pubblicarla perché a parte Paolone e la mia ragazza tutti gli altri sono stati miei allievi in questi anni di attività come istruttore… ed è stata una bella soddisfazione vedervi tutti in divisa a festeggiare questo momento con me :-)

2 pensieri riguardo “Santa Barbara 2010

  • 9 Dicembre 2010 in 22:45
    Permalink

    Uh… grazie :-)

  • 9 Dicembre 2010 in 17:54
    Permalink

    ci sei già dentro… :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.