Posts Tagged ‘tristezza’

Ultimamente scrivo poco in generale, ma scrivo ancora meno degli interventi che faccio come Vigile del Fuoco; purtroppo sono due giorni che ripenso all’intervento della notte scorsa.
Un intervento chiamato “incidente stradale”…ma sono termini che dicono tutto e niente, un tamponamento è un incidente stradale così come un banale scontro, ma non avrei mai pensato di dover operare per liberare qualcuno da una macchina finita su di una pianta.

Un intervento non semplice da effettuare ma un intervento dove io e la mia squadra, come sempre, abbiamo dato il massimo, e questa volta l’ho visto nei i loro occhi… anche se non è bastato.

Ma non è stata l’unica cosa che ho visto… ho visto il senso di sgomento negli occhi dei soccorritori e ho sentito silenzio dei tanti astanti che via via si radunavano attorno alla scena dell’evento.

Queste sono tutte “sensazioni” che rimarranno nella mia vita.

Ero giovane quel giorno però me lo ricordo bene…

ho tanti pensieri…

Posted: 19th luglio 2010 by luca in me?!
Tags: ,

… in questo periodo sto trascurando un pò il blog.. di cose che sto facendo ne avrei da raccontare ma ho tanti pensieri, alcuni anche negativi, che mi distraggono e mi tolgono un pò la voglia di stare qui…

Aspettiamo momenti migliori…

18/4 – Mostra Egon Schiele

Posted: 19th aprile 2010 by luca in me?!
Tags: , , , , ,

Egon Schiele

Merita

Poche idee e confuse

Posted: 31st gennaio 2010 by luca in me?!
Tags: , , , ,

Chi siamo ? Dove stiamo andando? no non sto citando “Quelo” ma sono cose che mi chiedo realmente nella vita… si perchè la vita, quella vera… da “grandi” non è facile…

Ora mi corico, in genere la notte porta consiglio… io ne ho bisogno…

delusione [de-lu-sió-ne] s.f.

1 – Stato d’animo di tristezza provocato dalla constatazione che le aspettative, le speranze coltivate non hanno riscontro nella realtà SIN disinganno, frustrazione: d. amorosa; dare una d.
2
estens. Chi o ciò che provoca tali stati d’animo o che semplicemente non appaga SIN fallimento, fiasco: il viaggio è stato una d.

E un pò che rifletto sul senso delle parole, e mi ero soffermato su questa parola perchè in questo periodo l’ho sentita molto vicina a me, per una serie di circostanze che mi hanno fatto appunto sentire deluso per quello che stavo osservando… o meglio vivendo.

Mi rendo conto che l’idea o le aspettative che avevi nei confronti delle persone che mi circondano, dagli amici ai colleghi, non sono quelle che speravo… la prima reazione è la rabbia, quella violenta da uralare in faccia con tutta la voce che hai…
Ma poi quando a freddo ci ripenso mi rendo conto sono io che sbalgio… sono troppo fiducioso delle persone, sopravaluto…

devo imparare ad essere meno sognatore e fiducioso negli altri per smettere di sentirmi sempre così…  alla fine se non ti aspetti niente dalle persone non puoi rimanere deluso…

Ciao Nonna…

Posted: 1st luglio 2009 by luca in me?!
Tags: , , , , , , ,

Poche ore fa scrivevo questo post dove parlavo dell’incidente che mia nonna aveva avuto in casa di riposo, purtroppo dagli esami si sono riscontrate fratture multiple della teca cranica con emorragia in corso, questa mattina verso le 5 è spirata all’ospedale.

Ciao nonnina…

R.E.M.

Posted: 12th maggio 2009 by luca in me?!
Tags: , , , ,

Rapid eye movement, indicato più di frequente con l’acronimo REM, è il “movimento rapido degli occhi” (nistagmo) che avviene durante una fase del sonno, accompagnato da altre alterazioni corporali fisiologiche come irregolarità cardiaca, respiratoria e variazioni della pressione arteriosa.
Durante lo studio di questa caratteristica fisiologica del sonno, si è notato che la fase REM del sonno (detta anche sonno paradosso o sonno paradossale) è accompagnata dai sogni.
[…]
Dement e Kleitman hanno constatato sperimentalmente, svegliando i soggetti durante le varie fasi del sonno, che solo nel periodo di sonno REM si ha attività onirica con allucinazioni e autorappresentazioni, nei quali il soggetto aveva esperienza di vissuti percettivi, assimilabili ad una forma di funzionamento psichico consono alle caratteristiche del processo primario, mentre il risveglio in fase non REM indicava esperienze mentali di tipo simile al pensiero del processo secondario.
Dement ha dimostrato che la privazione della possibilità di sognare, attraverso la privazione delle fasi REM, provoca l’insorgenza rapida di sintomi ansiosi, irritabilità, difficoltà di concentrazione, disturbi mnemonici, e se protratta a lungo, di sintomi psicotici come spunti di depersonalizzazione e di valenze paranoidi.
Tutto ciò indica come sia indispensabile, per una sana integrazione psicologica, sognare.
[…]

— fonte Wikipedia

E tra l’altro R.E.M. è anche il nome di un noto gruppo musicale che stimo molto…

R.E.M. – Losing My Religion (da Out Of Time)

Terremoto_abruzzo
A firefighter comforts a colleague near a collapse building in Aquila
April 6, 2009. A powerful earthquake struck a huge swathe of central Italy as residents slept on Monday morning, killing at least 27 people when houses, churches and other buildings collapsed.  REUTERS/Alessandro Bianchi
_
In questi giorni sono stato molto attento alle notizie provenienti dai giornali e televisioni riguardo a questo disastro, alle prime notizie subito ho ripercorso la mia breve vita e mi sono ricordato del terremoto avvenuto nel 97 (credo) nelle marche-umbria.
Ma basta sfogliare un libro di storia dell’ultimo secolo per apprendere che l’Italia, sopratutto quella centro meridionale, è una zona fortemente sismica (abbiamo anche qualche vulcano in attività), ma perchè non impariamo dalla storia?
Perchè alcuni individui, palazzinari o se preferiamo mafiosi, pensano solo alla logica del profitto?
Com’è possibile che un’ospedale di recente costruzione in un’area notoriamente sismica si sia afflosciato manco fosse un castello di carte da gioco?!
Adesso da tutti gli schieramenti politici si alzeranno (o si stanno già alzando) cori di indignazione verso questi piccoli scandali… mi domando, ma 300 morti erano proprio necessari per capirlo? e ancora, quanto dureranno questi cori?
Probabilmente fino a quando questa tragedia sarà rimossa dalla mente delle persone, fino a quando torneremo a credere che un terremoto e un evento da “paese del 3° mondo in un paese civile queste  cose non succedono”.
Un pensiero a tutti i miei colleghi soccorritori che stanno facendo un lavoro immenso e fantastico, nonostante le difficoltà tecniche e la mancanza di mezzi adeguati (quanti Fiat OM 90 si sono visti in viaggio in questi giorni? com’è possibile che dei corpi fondamentali come quelli del soccorso ci ricordiamo solo quando ne abbiamo bisogno come in questi, disperati, casi? al riguardo c’è questo interessante articolo apparso sul corriere.it).
Alla fine quello che fa la differenza e lo spirito di sacrificio e abnegazione che, mai come in questi momenti, ci contraddistingue.. uno stato vero dentro uno finto.
Riguardo alle domande fattemi da molti, la mia partenza non è ancora stata programmata, come soccorritore la richiesta verso la mia associazione non è stata eccessiva, quindi si sta facendo un piano di partenze programmate per distribuire le risorse in maniera ottimale… visto che i campi rimarranno a lungo e una ricostruzione non è mai una cosa che si fa dall’oggi al domani.
Vedremo nelle prossime settimane se e quando sarà chiamato… come sempre se c’è da lavorare seriamente io ci sono!

non sò come dirlo…

Posted: 20th marzo 2009 by luca in me?!
Tags: , ,

… ma tutto questo mi fa male.
uffa…