La Caverna (da Le Ombre)

(testo di Lele Battista)

Guarda dove siamo cresciuti
Nella città delle ombre
Poi mi hanno portato su un monte
C’era il sole…
Senza fiato sono stato accecato
dalla luce…
Gli alberi non crescono a file
Orizzonte linea sottile

E nel tuo sentirti normale
Qualcosa di speciale..

Forse un respiro
Più forte degli altri
Accentuare i miei difetti farli giocare con i tuoi..
Sai che mi sfugge ogni pensiero
E che il mio umore segue le stagioni

Ora torno giù.. nella mia caverna..
dove ogni giorno.. ritorna l’alba..
Ma della luce, si della luce
Neanche l’ombra…

Sono un mostro seme di noia
Rode la mia gioia da punta a punta
Sempre più disordine lasciamo
Quando scivoliamo
Chi ci aiuterà amico mio?
Tra questi bauli di cartone
Porta contenitori…

Forse un respiro
Più forte degli altri
Accentuare i miei difetti farli giocare con i tuoi..
Lascia che sfugga ogni pensiero
E che il mio umore segua le passioni

Non ci torno più.. nella mia caverna
Dove ogni giorno.. ritorna l’alba
Ma della luce, si della luce
Neanche l’ombra…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.