il K&R

Articolo tratto da mal di tech (corriere.it)

Addio Dennis e grazie per tutto il pesce

Dennis Ritchie se n’è andato 6 giorni fa (ma la notizia si è diffusa in rete ieri). Senza grande clamore, se non fra gli addetti ai lavori. Il che è comprensibile. Non era un venditore e i suoi gadget non sono entrati nelle case di miliardi di persone. Non guidava aziende quotate al Nasdaq. Né faceva keynote ammaliando le folle.

Ma senza di lui non esisterebbero Linux, né Mac Os X. E neppure Windows. E parecchia altra roba. Di fatto Ritchie, una delle colonne dei Bell Labs, ha inventato – con altri – l’informatica moderna. Tra i “figli” di Ritchie c’è Unix, il primo sistema operativo che ha conquistato l’ambiente professionale (server, super-computer). Grazie Unix è nato Linux. E più tardi anche Mac Os X.

L’altra creazione di Ritchie è il linguaggio di programmazione C. Il cosiddetto K&R (il titolo italiano è Il linguaggio C) dai nomi degli autori (Brian) Kernighan e (Dennis) Ritchie, è tuttora uno dei testi fondamentali per impadronirsi della materia.  Una gran bella fetta del kernel (il “nocciolo”) di Windows NT e delle sue evoluzioni come Xp e Seven, è stata scritta proprio in C. Il C ha figliato altri diffusissimi linguaggi come il C++ e Objective-C, che tanta importanza ha per le app di iOs. Insomma, senza Ritchie forse non giochereste neanche a Angry Birds. Pensateci mentre tirate giù quei maledetti porcelli.