T.P.S.S. - Da Internet

Questo  ultimo week end di corso è stato un decisamente tranquillo rispetto ai passati (per fortuna?), sabato nel distaccamento di Magenta abbiamo affronto le Tecniche di Soccorso Sanitario (T.P.S.S.), ma non è stato un corso per formare operatori T.P.S.S. ma un incontro informatico su che che cosa sono queste tecniche, su cosa si basano e una piccola infarinatura su come muoversi in caso di problemi “sanitari”… tutti hanno provato a fare una rianimazione cardiopolmonare (con il bocca-a-bocca e le compressioni toraciche esterne) e tutti si sono resi conto delle piccole difficoltà che ci possono essere in queste manovre, per la parte di trauma come pratica si è affrontata solo la manovra di Rautek (da fare solo in casi estremi) mentre è stato spiegato che è meglio “non muovere” il paziente in caso di eventi traumatici e come immobilizzare il rachide cervicale nella vari casistiche di evento traumatico (incidente stradale o caduta dall’alto etc).
Importantissima è stata, secondo me, la parte di infettivologia e rischio ambientale che c’è stata alla fine dove si è affrontato in maniera semplice i rischi che spesso “non vediamo”…

L’istruttore è stato veramente bravo a semplificare molto il discorso (e il corso) per farlo stare dentro la giornata ed è stato contento scoprire che sono un istruttore 118 cosi’ mi ha chiesto supporto nel gestire le postazioni 🙂 (io ho cercato di tenerlo nascosto ma qualcuno mi ha sputtanato all’ultimo :P)

La domenica invece è stata dedicata alle manovre in caso di incendio ai piani alti con condotta che scende lungo la tromba delle scale tutto con immissione di acqua nelle tubazioni, mentre l’altra metà della giornata è stata tenuta dagli esperti S.A.F. del comando di Milano, questi ci hanno spiegato le basi del S.A.F. e assieme abbiamo fatto la manovra per recupero o di discesa assistita, e qui abbiamo messo in pratica tutti i nodi che abbiamo imparato in questo corso…

Ormai mancano solo 2 weekend e poi ci sarà l’esame finale… prevedo scale scale scale 😀

  1. luca ha detto:

    Ei!
    Si avevo visto il tuo sito tranquillo!! Solo che non ero certo di aver colto esattamente la tua zona d’intervento 🙂

    Ciau!
    l.